Centro Europeo di Studi di Nisida


Osservatorio e Banca Dati sul Fenomeno
della Devianza Minorile in Europa

Global study on children Deprived of their Liberty (GSCDL)

Premessa Il giorno 8 ottobre 2019 all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York è stato presentato lo studio globale sui minorenni privati della libertà (Global Study on Children Deprived of their Liberty #GSCDL), promosso da Defence for Children International (DCI) e da Human Rights Watch (HRW) con la collaborazione di una rete di organizzazioni non governative di tutto il mondo (NCO Panel ) finalizzato alla realizzazione di una ricerca sul territorio mondiale sui minori privati della loro libertà personale.
L'Ufficio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani nel mese di ottobre 2016 ha nominato come esperto indipendente, coordinatore del gruppo di ricerca, Manfred Nowak, professore di diritto internazionale e diritti umani in diverse Università europee.
Lo studio è stato supportato da una task force inter-agency che ha partecipato alla definizione dell'ambito della ricerca ed alla raccolta delle risorse finanziarie. La task force è stata presieduta dal Rappresentante specialedel Segretario generale sulla violenza contro i minori delle Nazioni Unite, dal Rappresentante speciale del Segretario generale per l'infanzia e il conflitto armato delle Nazioni Unite, dal Comitato per i diritti dell'infanzia, dall'UNICEF, dall'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine, dall'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, dall'Organizzazione internazionale per le migrazioni, dall'Organizzazione mondiale della sanità e dall'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (OHCHR) che ha svolto il ruolo di segretariato con funzioni di assistenza e supporto all'esperto indipendente nel coordinamento delleattività con gli Stati membri.
La ricerca svolta a livello globale ha riguardato l’analisi di specifici contesti socio-ambientali nei quali i bambini sono privati della loro libertà personale. In particolare lo studio ha selezionato:
  • i bambini residenti nelle istituzioni assistenziali;
  • i bambini nelle carceri affidati ad un genitore;
  • i bambini collocati nei centri di detenzione per migranti, o che vivono in contesti sociali molto critici caratterizzati da conflitti armati;
  • i minorenni autori di reati sottoposti a limitazioni (totali o parziali) della loro libertà personale dall’Autorità Giudiziaria.
Quest’ultima area relativa ai sistemi della giustizia minorile è oggetto di questo report. In particolare questo lavoro intende illustrare ed esaminare le esperienze e le buone pratiche di giustizia minorile dell’area penale esterna (evidenziate nelle tabelle-box) che sono state presentate nello studio globale.

In allegato la relazione di sintesi


Pubblicata il: 26/10/2021


Allegati alla news Allegati:

Relazione di sintesi

Ministero della Giustizia  Dipartimento per la Giustizia Minorile - Ufficio Studi, Ricerche e Attività Internazionali