Centro Europeo di Studi di Nisida


Osservatorio e Banca Dati sul Fenomeno
della Devianza Minorile in Europa

Progetto EU – FACT FOR MINORS. Foresting Alternative Care of Troubled Minors


“Fact for minors” nasce per fornire soluzioni ad un problema complesso, particolarmente discusso in ambito internazionale ed europeo: l’assenza di un approccio multidisciplinare e integrato tra i diversi servizi coinvolti nella presa in carico del minore affetto da disturbo psicologico/psichiatrico sottoposto a procedure penali.                                                                                                                        Il progetto è coordinato dal CNCA – Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza e mira ad attivare una sperimentazione nei 5 paesi partner (Italia, Portogallo, Spagna, Germania e Finlandia) coinvolgendo gli attori impegnati a vario livello nella protezione dei minori autori di reato accolti nelle strutture della giustizia minorile (pubblici/privati, professionisti e rappresentanti istituzionali). L'obiettivo è quello di agire sulle fragilità che caratterizzano l'approccio multi-agenzia, individuando differenti strategie e modalità operative migliorative rispetto a quelle esistenti e riproducibili nei diversi contesti analizzati, in grado di garantire una maggiore collaborazione fra tutti gli attori coinvolti nella presa in carico del minore. Tale finalità saranno perseguite attraverso il potenziamento delle capacità dei professionisti che lavorano a stretto contatto con i minori ed il rafforzamento della cooperazione multi-agenzia, coinvolgendo anche la rete di attori istituzionali impegnati nella protezione dei giovani autori di reato. In seguito, nel tentativo di dare stabilità alle azioni sperimentate nei differenti contesti, le autorità istituzionali coinvolte dovrebbero giungere alla stipula di “accordi formali” tali da rendere ripetibili le strategie operative individuate. Il Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità curerà il Tavolo Nazionale di lavoro, finalizzato ad aumentare l’efficacia e la qualità del sistema di protezione di minori e giovani autori di reato affetti da disagio psicologico e/o disturbo psichiatrico, sostenendo il miglioramento delle procedure dei percorsi di presa in carico e trattamento, attraverso la partecipazione ad azioni di capacity building orientate alla cooperazione multi-agenzia. Il risultato sarà esplicitato attraverso l’elaborazione di linee guida che individuino principi e modelli di lavoro integrato capaci di aumentare la collaborazione fra i servizi della Giustizia, della Sanità e del Terzo settore.                                                         Per maggiori informazioni è possibile inviare un’e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: ucd4.dgmc@giustizia.it

Pubblicata il: 17/3/2017
Ministero della Giustizia  Dipartimento per la Giustizia Minorile - Ufficio Studi, Ricerche e Attività Internazionali